fbpx

22 – Luglio 2019

  • 0 Review(s)
  • In stock

Da Lenin a Roberto Saviano, da Antonio Gramsci a Michela Murgia. È questa la «deriva sinistra» di cui parla il Primato Nazionale nel nuovo numero in edicola. Una mutazione ideologica, anzi antropologica, che ha colpito quasi tutti i «nipotini di Marx». Abbandonati gli operai e il lavoro per abbracciare immigrati e rivendicazioni Lgbt, la sinistra […]

5,00

Descrizione

Da Lenin a Roberto Saviano, da Antonio Gramsci a Michela Murgia. È questa la «deriva sinistra» di cui parla il Primato Nazionale nel nuovo numero in edicola. Una mutazione ideologica, anzi antropologica, che ha colpito quasi tutti i «nipotini di Marx». Abbandonati gli operai e il lavoro per abbracciare immigrati e rivendicazioni Lgbt, la sinistra ha via via cambiato campo. Ma, sostenendo tutte le minoranze possibili, si è ritrovata essa stessa minoranza. Minoranza elettorale innanzitutto: sia alle Politiche che alle Europee, infatti, i partiti progressisti hanno finito per rappresentare a mala pena il 25% degli italiani. Un fallimento senza precedenti che il Primato ha tentato di analizzare in tutti i suoi aspetti.

Oltre al ricco focus, sono presenti però anche numerosi approfondimenti. Da un’inchiesta di Francesca Totolo, che ci parla della rotta migratoria che passa per il Niger, fino a un’interpretazione originale della politica salviniana, che Davide Di Stefano ha definito «normalismo». Da menzionare, inoltre, un bel fumetto di Ferrogallico su Giulio Cesare, un imperdibile estratto del nuovo libro di Alexandr Dugin Teoria e fenomenologia del Soggetto Radicale e, infine, un’anteprima del libro-evento dell’anno: Forti rockamboleschi venti degli Zetazeroalfa.

No Tag